.
Annunci online

 
Diario
 


































 


La nostra “Officina” nasce come blog “aperto”…nel pieno significato della parola. Aperto al dibattito, alle idee, alle nuove proposte. Se qualcuno tra i lettori fosse intenzionato a partecipare in modo serio, costruttivo e propositivo al progetto è il benvenuto e può inoltrare una mail all’indirizzo sottostante questa nota, allegando un suo articolo/post inedito che vorrebbe vedere inserito su Officina Democratica.
Prenderemo in esame le vostre creazioni e, se ritenute in linea con lo spirito che unisce noi tutti, saranno pubblicate.
Ci auguriamo che questo nostro esperimento possa risultarvi gradito...

officinademocratica@yahoo.it

___________________________



Il meta-blog delle sinistre 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Locations of visitors to this page Site Meter






Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.

Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi alla redazione del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.


11 giugno 2007

Fine corsa per la sinistra di lotta e di governo?


Il sostanziale insuccesso della manifestazione anti Bush (ed anti governo) di Sabato scorso a Roma, segna uno spartiacque importante nel percorso di cambiamento  e separazione tra la sinistra riformista e la cosiddetta (dai giornali) sinistra radicale.
Oltre al lavoro di prevenzione delle forze dell’ordine (che devono aver capito che il “metodo Genova” dove prima si picchia e poi si chiede chi è, non funziona molto bene) vi sono indubbiamente ragioni politiche, che hanno portato il popolo delle manifestazioni a restarsene a casa.
Nei giornali di oggi molti opinionisti si esercitano nella ricerca di queste motivazioni (uno tra gli altri: Riccardo Barenghi, ex manifesto, su La Stampa) ciascuno trovandone di differenti a seconda delle sensibilità personali.
Alcuni sostengono che l’azione di governo, troppo timida nel colpire i privilegi e lenta nel riparare ai danni di 5 anni di governo di destra, sia la causa della disaffezione dell’elettorato di Rifondazione, Comunisti Italiani e Verdi  e che da qui si possa spiegare anche il forte decremento di consensi avuto dalla “Cosa rossa” alle recenti amministrative. Entrerebbe dunque in gioco l’eccessivo spazio lasciato all’anima “moderata” della coalizione, troppo supina ai “tecnicismi” di Padoa Schioppa ed ai ricatti dei centristi spinti di origine ceppalonese,  in particolare il rallentamento imposto al progetto sui Di.Co (che pure era nel programma della coalizione) e le continue dispute sul famoso tesoretto: oggi da destinarsi al ripiano dell’immenso debito pubblico e domani per alzare pensioni minime e lottare contro i precariato.
L’altra versione, sostenuta dall’ala riformista, vede nel flop di sabato la fine di questa paradossale situazione per cui uomini che hanno responsabilità di Governo, sono contemporaneamente seduti al tavolo delle decisioni e protagonisti di manifestazioni antigovernative (fulgido esempio il ministro Ferrero forte avversatore della TAV). Insomma gli elettori di sinistra vorrebbero una politica riformista più decisa per modernizzare il paese ed avvicinarlo all’Europa, senza vedere continuamente gli stop and go provocati oggi da sinistre a e domani da centro.

A me sembra un monito ai promotori del Partito Democratico a non soffermarsi troppo su nomi e spartizioni, concentrandosi magari sul da farsi.

tilt64.ilcannocchiale.it




permalink | inviato da OfficinaDemocratica il 11/6/2007 alle 15:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio        luglio
 

 rubriche

Diario
Politica Interna
Politica Estera
Economia
Etica e Società
Ambiente ed Energia
Cultura

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog Libero
ComiComix
Giornalettismo
Il vaso di Pandora
LiberoWeb
Peace Reporter
Terror Pilots
Virtualblog
Zarathustra

Castenaso Forever
Eclissi di Sole
ErlKonig
L'opinione di Fabio
Letizia Palmisano
Lou Mogghe
Parte Attiva
Pistorius
PoliticaOggi
Rinascita Nazionale
Tilt 64

Blog letto 328349 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom